Nei principali capoluoghi si registrano ancora aumenti a partire dal 3,6% di Milano, che guida i rialzi davanti a Firenze (2,2%), Bologna (1,8%), Venezia (0,5%) e Roma (0,4%). Torino è stabile rispetto a tre mesi fa, in calo invece Palermo (-1,2%) e Napoli (-1,5%). Dall’altro lato, i maggiori indici di ribasso del trimestre si toccano a Isernia (-5,9%), Campobasso (-5,8%) e Andria (-5,1%).Per quanto riguarda i prezzi, Milano torna ad essere la città più cara d’Italia (4.828 euro/m2), rubando la vetta a Venezia, ora seconda del ranking con 4.419 euro/m2. Terza è Bolzano con 4.402 euro, seguita da Firenze (3.994 euro/m2).  Roma (3008 euro/m2) è la sesta città con i prezzi più elevati, Napoli (2.348 euro/m2) è solo sedicesima. Nella parte bassa della graduatoria l’ultima è Biella, il capoluogo più economico dove comprar casa, con un prezzo di 697 euro.