La situazione che si è verificata nella nostra città dovuta al distanziamento sociale e alla messa in quarantena di gran parte della popolazione per evitare contagi ha prodotto un'incertezza riguardante i danni conseguenti che potevano influire sul mercato immobiliare.Con gli adeguati strumenti per evitare lo svilupparsi di focolai sul luogo di lavoro noi agenti abbiamo ripreso l'attività da circa dieci giorni e abbiamo rilevato che l'interesse per la casa non si è per nulla ridotto.Anzi.Come bene rifugio primario esso è diventato il più interessante e il più ricercato.In attesa del dissolversi di qualsiasi residuo di pericolo di infezione teniamo duro e continuiamo con più impegno nella nostra professione e ne servire al meglio le esigenze dei nostri clienti.